I migliori oli per condire la ghisa - Guida all'acquisto [2022]

Qual è il miglior olio per condire la ghisa? Il miglior olio per condire qualsiasi set in ghisa è l'olio di vinaccioli grazie ai suoi alti punti di fumo e alla sua versatilità. Altre opzioni includono olio vegetale e olio di arachidi. L'olio che usi dipende dalla quantità di calore che intendi utilizzare e dai sapori che ti piacciono.

La ghisa può durare per tutta la vita o, in alcune famiglie, per molte generazioni se viene mantenuta in modo appropriato. È fondamentale stagionare la vostra ghisa prima di farne il primo utilizzo e negli anni e nei mesi di utilizzo è fondamentale.

Ci sono una serie di motivi per consigliare l'olio di semi d'uva come condimento per la ghisa. Tuttavia, alla fine, molte alternative potrebbero soddisfare ancora meglio le tue esigenze e le tue esigenze.

Se stai cercando i nostri consigli sull'olio migliore per condire la ghisa, richiederebbe l'olio di semi d'uva La Tourangelle disponibile su Amazon. Gli esperti sono intervenuti e tutti hanno convenuto che questa era la cosa migliore che puoi ottenere.

Abbiamo elencato i primi 9 oli da utilizzare per condire la ghisa e spiegato i motivi per cui dovresti selezionare ciascun olio o i motivi per cui non dovresti.

Ricercato: 9 migliori oli condimenti per ghisa del 2022

Se possiedi una pentola in ghisa che hai condito per molti mesi, anni o anche per generazioni e continua a funzionare per te, continua a lavorarci. Se non ti piace il sapore o si muove sulla padella, potrebbe essere il momento di cambiare l'olio.

Se hai acquistato una padella completamente nuova (o completamente nuova) e non l'hai mai usata prima, ci sono molte opzioni quando si tratta del tipo di olio che applicherai.

Posizione in classificaTipo di olioPunto di fumoLa migliore marca di olio
1.Olio di semi d'uva420 gradi FOlio di Vinaccioli La Tourangelle
2.Olio di semi di lino225 gradi FOlio di lino fresco biologico di Barlean
3.Olio di avocado520 gradi FBetterBody Foods 100% puro olio di avocado
4.Olio di semi di lino225 gradi FOlio di canola del ventre felice
5.Olio d'oliva375 gradi FOlio Extravergine di Oliva Robusto Pompeiano
6.Lardo370 gradi FTenderflake Pure Bakers Lardo
7.Cocco Olio350 gradi FOlio di cocco vergine spremuto a freddo biologico Nutiva
8.Olio di arachidi450 gradi FOlio di Arachidi Tostate La Tourangelle
9.Burro o Ghe300-475 gradi FGhee originale allevato ad erba di 4th & Heart

Ci sono pro e contro per la maggior parte di essi, tuttavia abbiamo elencato la nostra opinione sui migliori 9 oli per condire la ghisa, nonché i motivi per cui potresti voler prendere in considerazione ciascuno.

1. Olio di semi d'uva per condire la ghisa

Olio di Vinaccioli La Tourangelle.
Olio di Vinaccioli La Tourangelle.

Io raccomando: Olio di Vinaccioli La Tourangelle

L'olio di semi d'uva è tra gli oli più conosciuti che vengono utilizzati per insaporire la ghisa sia dai cuochi professionisti che dagli esperti di ghisa.

Viene fornito con ha un temperatura di fumo molto alta che consente l'uso di alte temperature per riscaldare rapidamente la padella e rafforzare il legame tra la padella e l'olio.

L'olio di semi d'uva è essenziale nella fascia neutra nel sapore e nell'aroma che lo rendono ideale per aggiungere sapore alla tua padella in modo che qualunque cosa cucini con essa sia fresca.

È anche ampiamente acclamato l'olio di semi d'uva è salutare e anche prezzo moderato il che lo rende attraente per ovvi motivi.

2. Olio di semi di lino per condire la ghisa

Olio di lino fresco biologico di Barlean.
Olio di lino fresco biologico di Barlean.

Io raccomando: Olio di lino fresco biologico di Barlean

L'olio di semi di lino ha guadagnato molta attenzione per la stagione della ghisa dopo che un importante blog ne ha scritto un paio di anni fa.

L'olio ha un livello di fumo estremamente basso e, per sopperire al fatto che non è in grado di fare un agente condimento a temperature superiori a questo, si consiglia di condire sei volte nell'arco di un'ora ciascuna a una temperatura bassa di 225F.

Funziona bene tuttavia, dopo diversi test da parte di terzi, si è rivelato rivoluzionario come inizialmente pensato.

Sfortunatamente, l'olio di semi di lino non è sempre prontamente disponibile ed è all'estremità superiore della scala. Ha anche un odore pungente che non è apprezzato da nessuno.

L'olio di semi di lino si lega bene alla ghisa fornendo una finitura oleosa da cui il cibo può scivolare via, senza attaccarsi. Se cucini spesso e frequentemente con la padella in ghisa, l'olio di semi di lino può essere una buona scelta per condire la ghisa.

Ha anche asciuga naturalmente e naturalmente. Questo è un ulteriore vantaggio per la ghisa, che è estremamente sensibile all'umidità.

È un ottimo olio da usare durante il primo processo di condimento della tua padella quando hai il tempo di fare diverse stagioni nel corso delle ore. Fai attenzione ad acquistare solo olio di semi di lino come se lo mescoli con altri oli, può causare la distorsione del fumo e non condirà bene.

Potresti voler usare un tipo distinto di olio da usare per l'uso quotidiano.

Nel caso del condimento non si percepisce il sapore, però, trattandosi di un olio di semi, è ideale per le padelle che si utilizzano regolarmente. Se usi la ghisa solo ogni volta, potrebbe irrancidirsi nella tua credenza ed emettere l'odore della pittura a olio.

Assicurati di pulire accuratamente la padella. rinfrescarlo con un po' di condimento nel momento in cui si intende utilizzarlo di nuovo se ciò si verifica.

È un piacere fare una pausa dalla nostra lista dei 9 migliori oli per condire la ghisa, per citare Cowboy Kent Rollins su YouTube che ha un fantastico video che spiega perché l'olio di semi di lino e l'olio d'oliva sono i suoi due oli più amati per condire la ghisa . Divertiti!

3. Olio di avocado per condire la ghisa

BetterBody Foods 100% puro olio di avocado.
BetterBody Foods 100% puro olio di avocado.

Io raccomando: BetterBody Foods 100% puro olio di avocado

L'olio di avocado ha un punto di fumo notevolmente alto, che è 520F. Questo, di per sé, è sia un vantaggio che uno svantaggio.

Lo svantaggio è che per aggiungerlo alla padella è necessario essere in grado di riscaldare la padella a 525F prima di aggiungere l'olio. Trovarsi in presenza di una padella così calda può essere pericoloso in qualsiasi condizione. Incorporare l'olio in una padella calda aumenterà i livelli di rischio.

Tuttavia, è possibile insaporire una padella usando l'olio di avocado quindi è molto improbabile la possibilità di cuocerlo a una temperatura sufficiente a rompere il legame che si è formato.

L'olio di avocado è stato anche notato per i suoi benefici per la salute. È un olio neutro tuttavia è più alto nel prezzo rispetto alle altre scelte che sono in questo elenco.

Quando sei un cuoco professionista o sei dotato di attrezzature da cucina serie e requisiti rigorosi, l'olio di avocado può rendere la ghisa deliziosamente condita.

Tuttavia, i potenziali rischi possono dissuadere gli utenti ordinari di pentole in ghisa dal considerare questa opzione.

4. Olio di canola per condire la ghisa

Olio di canola del ventre felice.
Olio di canola del ventre felice.

RaccomandoOlio di canola del ventre felice

L'olio di canola e altri oli vegetali, comprese le miscele e gli oli di soia sono tra gli oli più ricercati utilizzati per condire l'industria della ghisa per due ragioni principali:

  1. Sono economici e facilmente accessibili ovunque
  2. Possono gestire ottimi punti di fumo e possono resistere a temperature fino a 105 gradi.

Il motivo per cui sono così economici e hanno punti di fumo così grandi è che sono altamente sofisticato.

È meglio usare olio di canola, olio di soia o qualsiasi altro olio vegetale per fare condimento di si usa per cucinare.

In particolare quando si tratta dell'esterno della tua pentola che raramente è a diretto contatto con gli alimenti e deve essere ben stagionato e protetto.

Questo è il motivo per cui l'olio vegetale o l'olio di canola è un'ottima opzione per condire la ghisa.

5. Olio d'oliva per condire la ghisa

Olio Extravergine di Oliva Pompeiano.
Olio Extravergine di Oliva Pompeiano.

RaccomandoOlio Extravergine di Oliva Robusto Pompeiano

L'olio d'oliva ha un sapore meraviglioso, un aroma delizioso e numerosi benefici per la salute.

La maggior parte delle persone ha l'olio d'oliva conservato negli armadi della cucina. È facilmente accessibile in ogni supermercato ed è conveniente. Questi sono solo alcuni dei vantaggi dell'utilizzo dell'olio d'oliva per aromatizzare la ghisa che hai.

Ha anche un punto di fumo più basso, però. Se si sceglie di utilizzare l'olio d'oliva come condimento per la vostra padella in ghisa, è necessario utilizzarlo a temperature più basse per intervalli di tempo più lunghi.

Per assicurarti di non scaldare troppo l'olio d'oliva, usare un forno è un buon metodo per regolare la temperatura in modo che sia abbastanza caldo da consentire alla padella di condire il condimento, ma non così caldo da bruciare l'olio. 350F è la temperatura ideale.

Se non sei molto cauto durante il condimento iniziale della padella, l'olio d'oliva non si legherà alla ghisa. Inoltre, quando lo cuoci a una temperatura superiore al punto di fumo dell'olio d'oliva di 375F, inizierà a disintegrarsi e rompersi, il che non è l'ideale.

6. Ferro da stiro condimento con sego o strutto

Tenderflake Pure Bakers Lardo.
Tenderflake Pure Bakers Lardo.

Raccomando: Tenderflake Pure Bakers Lardo

Se stai cercando di diventare tradizionale, puoi condire la ghisa condendola con il lardo.

In passato, questa era la fonte di grasso più facilmente accessibile per evitare che la ghisa si arrugginisse e mantenere la lucentezza facile da pulire.

È comunque perfettamente efficace se non ci sono giustificazioni dietetiche o etiche o personali per l'utilizzo di grasso animale.

Usa sego o strutto per insaporire la tua ghisa, semplicemente facendone sciogliere una piccola quantità in una padella calda, quindi premendo sulla ghisa.

Il motivo per cui il grasso animale reso non funziona è se non usi la padella frequentemente. Il lardo può diventare rancido nel tempo Se la tua padella viene lasciata a lungo nella dispensa, potrebbe sviluppare un odore.

Se tieni la pentola capovolta o la copri con il coperchio, sarà più probabile che crei un odore sgradevole che può essere trasferito agli alimenti.

Se usi i condimenti di sego o strutto per la ghisa che hai, assicurati di usare frequentemente la padella e di tenerla in un'area con sufficiente flusso d'aria.

7. Olio di cocco per condire la ghisa

Olio di cocco vergine biologico Nutiva.
Olio di cocco vergine biologico Nutiva.

Io raccomando: Olio di cocco vergine spremuto a freddo biologico Nutiva

L'olio di cocco è tra le opzioni più popolari per condire la ghisa.

È diventato un olio molto ricercato negli ultimi 10 anni a causa dei suoi benefici per la salute. Puoi acquistarlo in grandi tini “a misura di mazza” ad un prezzo accessibile.

Se ami il cocco, il suo profumo e il leggero sapore sono deliziosi. Se non ti piace il cocco, allora non hai un gallone nella tua dispensa.

Tuttavia, la domanda rimane: l'olio di cocco può condizionare la ghisa?

Puoi effettivamente applicare l'olio di cocco per condire la ghisa, ma ha un punto di fumo piuttosto basso, il che significa che devi essere cauto quando inizi per la prima volta a condire.

È importante riscaldare la padella a circa 350F prima di aggiungere l'olio di cocco e poi lucidarlo bene nella padella. La temperatura deve essere vicina a quella del punto di fumo dell'olio scelto. seleziona ma non dovrebbe al di sopra in modo significativo.

Se è ben condita cuocerà benissimo. Se il condimento non tiene conto, quando si cuoce un cibo riscaldato più del punto in cui l'olio di cocco fuma l'olio, inizierà a degradare quello strato di carbonizzazione.

Se tu non si cucinare spesso ad alte temperature l'olio di cocco può essere la soluzione ideale per condire la ghisa, in particolare quando lo si utilizza frequentemente e lo si ha in cucina.

Se tu cuocere frequentemente ad alte temperature o non concentrarti sul calore, potresti voler rendere più piccante la tua cucina usando un olio con un punto di fumo aumentato, ad esempio l'olio di semi d'uva. Consiglio vivamente di utilizzare Olio di Vinaccioli La Tourangelle.

Il rischio maggiore quando si utilizza l'olio di arachidi per insaporire la ghisa è il fatto che sarà necessario molto attento a utilizzandolo per cucinare pasti per le persone allergiche alle arachidi.

8. Olio di arachidi per condire la ghisa

Olio di Arachidi Tostate La Tourangelle.
Olio di Arachidi Tostate La Tourangelle.

Raccomando: Olio di Arachidi Tostate La Tourangelle

Sebbene possa essere assorbito nei pori all'interno della casseruola, l'odore può essere trasferito alla preparazione del cibo e può innescare una reazione allergica.

Se non soffri di allergia e non sei preoccupato di cucinare per qualcun altro, l'olio di arachidi è un ottimo olio per aromatizzare la ghisa.

Dovresti verificare se il tuo olio è raffinato o meno perché differiscono per punti di fumo e devono essere stagionati a temperature diverse.

In tutti gli aspetti, l'olio di arachidi è un olio di fascia media per condire la ghisa. Non è troppo costoso o difficile da individuare ma non è certamente il più economico.

Ha un punto di fumo da moderato ad alto circa 450F nel caso degli oli raffinati ed è ampiamente utilizzato in cucina per cucinare per friggere motivo per cui potresti averlo a portata di mano.

9. Condire la ghisa strofinandola con burro o ghee

Ghee originale allevato ad erba.
Ghee originale allevato ad erba.

Io raccomando: Ghee originale allevato ad erba di 4th & Heart

Come il lardo, condire la ghisa usando il burro è un modo veloce e delizioso per aromatizzare la tua padella durante l'uso regolare, ma dovresti assicurarti di utilizzare burro genuino non salato.

Margarina e sostituti del burro non sono le migliori opzioni per condire la ghisa. Stai sempre lontano da tutto ciò che ha sale per insaporire la tua padella, anche se puoi certamente cucinarla con sale.

L'uso del burro come primo condimento non fornirà la patina nera così consistente che alcuni degli oli elencati nell'elenco sopra, tuttavia con il tempo inizierà a svilupparsi. Non è la scelta ideale, ma se è l'unica cosa che hai a disposizione e la usi spesso in cucina, può essere efficace.

Il condimento di Ghee è molto simile al burro, con una distinzione importante: ha un punto di fumo più intenso. Quando il burro è alla temperatura superiore della gamma di cottura ottimale a 300F Ghee sarà in grado di mantenere le temperature fino a 475F. Tuttavia, non è una stagione a intervalli regolari.

In base alle tue preferenze in base alle tue priorità, puoi scegliere di classificarle in modo diverso. si spera che questo articolo ti abbia fornito le informazioni necessarie per determinare quali priorità dovresti mettere nella scelta dell'olio appropriato per rivestire la tua ghisa e la tabella può essere una guida efficace da utilizzare.

Il metodo migliore per condire la ghisa

Questo articolo riguarda principalmente l'olio utilizzato per condire la ghisa. Si consiglia di consultare il produttore della padella per ottenere i loro suggerimenti in merito cosa è meglio della Premier League.

Alcuni esperti suggeriscono di condire fino a sei volte a bassa temperatura prima di utilizzare il prodotto, mentre altri suggeriscono che il processo di stagionatura dovrebbe essere limitato a 3 volte a temperature più elevate funzionerà meglio.

Non importa come ti prepari a lavorare la ghisa la prima volta, tieni a mente questi suggerimenti per il successo a lungo termine:

  • All'inizio, per poche applicazioni, cuocete le carni grasse, oppure fate spesso arrostire le verdure sott'olio.
  • Non tentare di preparare oggetti delicati e delicati come uova o salmone fino a quando la padella non viene utilizzata almeno 10 volte
  • Fai attenzione agli ingredienti altamente acidi come aceto, pomodori, vino o agrumi
  • Pulisci le tue padelle con acqua bollente, non lasciarle in ammollo per molto tempo e usa il sapone solo quando hai preparato qualcosa di delicato o molto profumato
  • Assicurati di asciugare accuratamente e rapidamente la ghisa e prendi in considerazione la lucidatura con una piccola quantità di olio dopo ogni utilizzo

Si prega di prendere nota quando condimento qualsiasi ghisa è molto diverso da bistecchiere di condimento o altre pentole e padelle.

Come ricondizionare la ghisa

Dopo ogni utilizzo della padella in ghisa e assicurarsi di asciugarla e pulirla accuratamente. Le particelle di cibo non aderiscono alla ghisa come accade all'acciaio inossidabile, quindi è abbastanza semplice usare un asciugamano e un po' di acqua saponata per eliminare i resti di cibo.

Una volta pulito, dovrai assicurarti che sia completamente asciutto. Si consiglia di riscaldare la padella pulita sulla fiamma per assicurarsi che tutta l'acqua sia evaporata prima di riporla. L'acqua che viene assorbita da una padella di ferro può far arrugginire la padella.

Finché la padella è asciutta e pulita prima di riporla, puoi decidere di applicare un po' più di olio sulla superficie ogni volta che la usi o di riscaldare gli oli nella padella prima di usarla la prossima volta.

Indipendentemente da ciò, l'uso frequente è il metodo migliore per assicurarsi che la padella sia ben preparata.

Altre domande poste

Qual è l'olio ideale per cucinare con la ghisa?

La cottura con la ghisa è distinta dal condire la ghisa, ed è diversa dalla cottura in acciaio inox, o anche dalla cottura in padella antiaderente.

Qual è l'olio ideale per cucinare usando la ghisa? Qualsiasi olio tu ami.

Questo è uno dei vantaggi più significativi della ghisa. Il calore è distribuito uniformemente ed è improbabile che gli alimenti si attacchino ad esso.

Può sopportare il calore estremo e anche utensili da cucina resistenti. L'unica cosa da tenere d'occhio è quando metti dell'olio nella padella che è rovente perché potrebbe provocare schizzi involontari.

Come si prepara una griglia in ghisa per condire?

Gli oli che usi per condire una griglia in ghisa sono gli stessi che applicheresti per condire la padella in ghisa, tuttavia, il metodo è leggermente diverso.

È più semplice sfrutta il calore del tuo forno piuttosto che utilizzare la griglia stessa per cuocere e condire le griglie in ghisa.

  1. Il forno dovrebbe essere riscaldato a 200F e scaldare le griglie per 15 minuti.
  2. Con i guanti da forno, prendi le griglie del forno e alza la temperatura a 450F.
  3. Con un tovagliolo di carta o un panno in microfibra, ricopri ogni griglia con un leggero strato di olio che preferisci (fare riferimento all'articolo sopra)
  4. Rimettete le griglie in forno per un'ora, ad alta temperatura, per far rapprendere l'olio.
  5. Lascia raffreddare le griglie per almeno un'ora prima di ripetere l'intero processo altre 3-XNUMX volte.

Sì, ravvivare una griglia in ferro può essere un compito che richiede tempo, tuttavia, vale la pena salvaguardare la griglia dai danni e fornire cibo della massima qualità a lungo termine. È molto più veloce e richiede meno tempo, a patto di mantenere la pulizia della griglia con un uso regolare.

Le griglie sulle griglie sono diventate sporche o appiccicose a causa dell'uso precedente, segui questi semplici passaggi:

  1. Se non sono arrugginiti ma appiccicosi, alzare il fuoco e cuocere finché il ferro non diventa carbonizzato. Questo rende più semplice raschiare
  2. Se sono appiccicose, ma non troppo arrugginite, mettile nel recipiente capiente del bucato riempito con una soluzione di aceto e acqua (1 1 parte di aceto per quattro parti di acqua)
  3. Dopo aver completato i passaggi 1 o 2. Assicurati che le griglie siano abbastanza fredde da poter essere maneggiate e poi asciugale con un panno in microfibra extra-large o un tovagliolo di carta.
  4. Cospargete le griglie con l'olio che preferite per renderle più facili da condire

Quanto spesso dovresti rinfrescare la ghisa?

Questa è la prima opportunità per applicare il condimento alla ghisa che hai è la più cruciale e dovresti assicurarti che sia adeguatamente stagionato prima di usarlo senza domande o scuse. Quindi, puoi ristagionarlo solo ogni volta che è necessario. L'uso regolare lo mantiene fresco.

Se stai lavorando con attrezzature da cucina per il campeggio o per qualsiasi altro motivo, usa la padella solo un paio di volte all'anno e assicurati che sia pulita e asciutta a fondo prima di riporla. Ristagionarlo solo se si scopre che si è formata della ruggine.

Qual è il miglior olio per condire l'acciaio al carbonio?

Anche se la tua padella in acciaio al carbonio è già condita, è un'ottima idea condirla come faresti con una padella in ghisa.

Olio di semi di lino ora è anche l'olio più discusso di cui discutere. È probabile che l'olio di canola sia l'olio più utilizzato a causa del suo alto punto di fumo, tuttavia, tutti questi oli sopra elencati funzionano con l'acciaio al carbonio allo stesso modo della ghisa.

Come si condisce un vecchio forno olandese in ghisa?

I forni olandesi in ghisa in genere non utilizzano tanto quanto una padella in ghisa poiché sono più frequentemente utilizzati per cucinare all'aperto e sono soggetti alle condizioni meteorologiche. Per questo motivo, potresti riscontrare problemi di corrosione più frequentemente.

Quando prepari un condimento per un forno olandese in ghisa, assicurati di scegliere un olio che non diventi rancido. Gli oli di semi o qualsiasi altra cosa che deve essere conservata in frigorifero, come burro o strutto, possono causare un odore o un sapore sgradevole nella tua cucina olandese anche se non vengono usati spesso.

Hai trovato utile questa guida?
Non

Lascia un tuo commento